I test epicutanei o patch test

Questo tipo di test (patch test) viene usato per la diagnosi di reazioni allergiche cutanee sia circoscritte che diffuse, le cause di queste dermatiti sono da ricondurre a contatto o ingestione di sostanze chimiche spesso contenute in oggetti o alimenti di uso comune. Ecco come si esegue il test:

  1. il paziente si presenta in studio dopo astensione da cortisonici e/o antistaminici per una settimana.
  2. Su di un apposito cerotto l’allergologo deposita delle sostanze chimiche (allergeni).
  3. Viene quindi applicato il cerotto sul dorso del paziente.
  4. Fino a rimozione del cerotto il paziente non deve né fare bagno né doccia e non deve fare attività sportiva.
  5. Dopo 2 o 3 tre giorni il medico toglie il cerotto.
  6. In caso di positività in corrispondenza della sostanza chimica si evidenzierà una reazione allergica locale caratterizzata de rossore, comparsa di eczema ed intenso prurito.
  7. La reazione regredirà spontaneamente nell’arco di 2 o 3 giorni.

quella che segue è un esempio di serie standard che viene comunemente usata

Solfato di nichel
Parafenilendiamina
Mercaptobenzotiazolo
Tetrametiltiuramdisolfuro
Balsamo del Perù
Formalina
Trementina
Sodio bisolfito
Benzocaina
 

Profumi mix

Fenilcicloesilparafenilendiamina
Difenilparaendiamina
Lattice
Chinoformio
Clorochinaldolo
Colofonia
Acido benzoico
Lanolina
Bicromato di potassio
Cloruro di cobalto
Disperso giallo
Disperso rosso
Disperso blu

 

Commenti chiusi