Allergeni alimentari

Molti alimenti possono essere responsabili di manifestazioni allergiche, la reazione allergica o intolleranza agli alimenti è una reazione mediata da anticorpi di tipo IgE (vedere il capitolo le basi dell’allergia), si manifesta generalmente dopo circa 20 / 40 minuti dopo l’assunzione dell’alimento con una sintomatologia caratterizzata da prurito, comparsa di pomfi a tipo orticaria o con manifestazioni edematose che interessano più zone del corpo.

Gli allergeni che più frequentemente possono dare allergia sono: semi vari quali arachidi, noci, noccioline e loro derivati (olio !!!), molluschi, crostacei, latte con i suoi componenti ( lattoalbumina, lattoglobulina, caseina, lattosio), agrumi, uovo. È fondamentale lo svezzamento del bambino, poiché l’introduzione troppo precoce di un alimento può sensibilizzare l’organismo e creare la comparsa di anticorpi IgE in soggetti geneticamente predisposti. Sarebbe auspicabile che una coppia ove uno o entrambi i genitori siano portatori di allergie effettui uno svezzamento graduale sotto la guida di un pediatra allergologo.

Commenti chiusi