L’orticaria

La tipica manifestazione allergica cutanea è sicuramente l’orticaria, questa malattia molto frequente (circa il 15 % della popolazione) riconosce molte cause, distinguiamo varie forme di orticaria:

  • orticaria allergica
  • orticaria vasculitica
  • orticaria colinergica
  • orticaria da contatto
  • orticaria da pressione
  • orticaria da freddo
  • orticaria da caldo
  • edema angioneurotico
  • da puntura di insetti

non tutte queste forme riconoscono una causa allergica, pertanto l’anamnesi è fondamentale per una diagnosi.

Per quanto concerne le cause allergiche (circa il 25 % dei casi) gli allergeni più frequenti sono alimenti e farmaci, che provocano l’insorgenza dell’orticaria o dell’edema angioneurotico in tempi molto rapidi dopo l’assunzione della sostanza 15/30 minuti. L’orticaria può interessare tutto il corpo e si manifesta con pomfi a gittate successive che durano qualche ora con intenso prurito, l’edema angioneurotico interessa per lo più le parti mollo del corpo (labbra, regioni peri orbitali, orecchie), ma purtroppo può interessare la laringe con conseguente ostruzione al passaggio dell’aria, patologia gravissima. Esiste anche molto rara una forma di edema angioneurotico su base genetica dovuta ad una carenza di una proteina del nostro organismo “il complemento”, ovviamente questa malattia, identica per le manifestazioni cliniche non ha nulla a vedere con l’allergia.

Per la diagnosi delle cause che portano alla comparsa dell’orticaria ci si avvale oltre che dell’anamnesi di vari test: prick test, test da freddo e da caldo, test da sforzo fisico, test da stimoli pressori, esami ematici vari.

In taluni casi l’orticaria può essere correlata ad una condizione particolare del nostro organismo che produce troppa istamina, al sospetto di date condizione lo specialista deve monitorare il paziente facendogli eseguire una dieta con alimenti a basso contenuto di istamina e riducendo il consumo di alimenti che possono provocare liberazione di istamina dalle nostre cellule; segue un elenco di sostanze ricche in istamina e sostanze che liberano istamina.

Commenti chiusi