Gli allergeni per il patch test

Gli allergeni per il patch test

Sono numerose le sostanze che possono dare reazioni allergiche da contatto, alcune di uso comune, altre molto particolari e non diffuse che hanno importanza solo per quei soggetti che vengono a contatto per motivi professionali con sostanze chimiche specifiche che difficilmente si trovano in giro.

Per il patch test si usa una serie standard che comprende in singolo le sostanze di uso più comune, per quelle di uso meno comune si usano dei raggruppamenti, qualora venga riscontrata una positività in un raggruppamento si procede a testare i singoli componenti.

È importantissimo considerare che talune sostanze chimiche che provocano allergia da contatto sono contenute in alcuni alimenti e pertanto possono dare allergia anche con l’ingestione delle stesse.

Patognomonica è l’allergia al solfato di nickel, patologia molto diffusa specie nelle donne, che oltre a provocare dermatiti da contatto localizzate, provoca dermatiti diffuse per l’ingestione di molti alimenti, trovate allegata una tabella con gli alimenti “vietati” quelli da assumere con “moderazione” e quelli permessi.

In caso di soggetti che operano in settori particolari vengono allestite delle serie “specifiche professionali”

(operai addetti a lavorazione dei metalli, operai edili, tipografi etc. )

Quella che segue è la serie standard che normalmente viene usata:

Commenti chiusi